Circuito GoinUp: Daniel Antonioli e Roberta Ciappini imprendibili anche a Bema

Di GIANCARLO COSTA ,

Daniel Antonioli primo uomo a Bema (foto Vannetti)
Daniel Antonioli primo uomo a Bema (foto Vannetti)

Non sbaglia un colpo l’alpino Daniel Antonioli che, ormai di casa nel Circuito GoInUp, conquista anche la sesta prova di Bema. La 2ª edizione del Vertical Lino ha visto nuovamente su gli scudi anche Roberta Ciappini, la forte atleta della Valmasino ha fatto l’en plein con il sesto successo su sei prove, ma questa volta ha dovuto sudare per tener dietro la giovane atleta della nazionale rumena di corsa in montagna Alexia Hecico che, in vacanza in bassa valle, ha approfittato per scoprire il bel paesino orobico.

La gara, con partenza a Bema e arrivo presso il Rifugio Ronchi, è andata in scena su un percorso ridisegnato rispetto alla prima edizione che prevedeva un dislivello positivo di 422 metri e uno sviluppo di 2,5 chilometri. Successo di partecipazione con 300 atleti al via in ricordo di Lino Gavazzi, scomparso due anni fa ai piedi del Pizzo Berro e grande appassionato di montagna, oltre che volontario della Pro Loco Bema. Gli atleti hanno percorso i ‘cantuun’ attraversando il piccolo paese di Bema per giungere poi alle ‘case sopra gli orti’. Da qui la grande salita tra i prati passando per il “Dosso del sole”, oltrepassando ‘la Croce’ per arrivare al Rifugio Ronchi punto di arrivo e di ristoro. Bagarre fin dall'inizio per sgranare il gruppo nella parte iniziale all’uscita del paese, poi i big hanno preso in mano le redini della corsa. A dettare il ritmo subito Daniel Antonioli (La Sportiva) seguito a ruota dal leader del circuito Filippo Curtoni (CA Lizzoli) e dal campioncino di skialp Daniele Corazza (Team Crazy). I tre si sono dati battaglia fino al Rifugio Ronchi dove era posto il traguardo, ma è stato Antonioli a mettere il sigillo su questa prova only up dimostrando che il 2019 è veramente la sua annata.

Per il lecchese crono finale di 16’53”, a ruota Curtoni in 17’08”, i “Corazza Brother” (Daniele in 17’22” e Matteo in 17’41”) e a chiudere la top five Manuel Bonardi (Atletica Pidaggia/17’48”). Per quanto riguarda la gara femminile si impone ancora Roberta Ciappini (La Recastello Group) con un crono di 20 minuti netti, seguita dalle giovane rumena classe 2000 Alexia Hecico (Lps Baia Mare) con il tempo di 20’27”, chiude il podio di giornata Gisella Beretta (Atletica Pidaggia) in 21’17”. Prossimo appuntamento del circuito GoInUp con la Colmen Vertical Night l'11 settembre.

Sport, agonismo, aggregazione, divertimento ma anche solidarietà al circuito no profit della Bassa con un bel gruppo di volontari che, sposando il progetto di joelette di Valtellinaccessibile, anche in questa tappa ha accompagnato un concorrente diversamente abile sulle ripide pendenze dei sentieri orobici. Per concludere, un plauso ai volontari della Pro Loco Bema che hanno ottimamente organizzato la manifestazione in collaborazione con l'Amministrazione comunale e il Gruppo Protezione Civile.

Fonte press office sportdimontagna

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti