Nella CCC, Courmayeur-Champex-Chamonix, vittorie di Zach Miller (USA) e Ruth Charlotte Croft (NZL), Giuliano Cavallo 7º e Sonia Glarey 8a

Di GIANCARLO COSTA ,

Giuliano Cavallo all'arrivo della CCC (foto fb Massarenti)
Giuliano Cavallo all'arrivo della CCC (foto fb Massarenti)

La CCC (Courmayeur-Champex-Chamonix), 101 km con 6100 metri di dislivello in salita/discesa, prevedeva la prima saita alla Tête de la Tronche (Quota 2584m), poi il passaggio al rifugio Bertone, quindi si va al rifugio Bonatti e successivamente al Grand col Ferret (Quota 2537m). Successivamente i corridori affrontano altre 3 salite, Bovine, Tseppes e la Tête aux Vents, passando per Champex e Trient, poi La Flegere e l'arrivo a Chamonix.

Vittoria dello statunitense Zach Miller in 11h53'32”, che sfata il tabu che gli americani naufragano sempre nelle corse attorno al Monte Bianco, secondo gradino del podio peril connazionale Tim Tollefson in 12h06'56” e terzo al francese Nicolas Martin in 12h16’47”. Quarto Sacha Devillaz in 12'35'23”, 5° Diego Pazos in 12h35'23”, 6° Pau Capell in 12h46'15” e 7° Giuliano Cavallo che in 12'51'49” ottiene finalmente un risultato di spessore in quel che è il suo sogno agonistico, l'UTMB, anche se questo è un giro del Monte Bianco a metà.

Al primo posto tra le donne la neozelandese Ruth Charlotte Croft, new entry nel mondo trail, che tanto per presentarsi è arrivata anche 8a assoluta in 12h54'53”, 2a seconda la statunitense Magda Boulet in 14h02'47” e 3a la spagnola Laia Canes in 14h43'07”. Tiene alto il tricoloro anche questa volta Sonia Glarey 8a in 15h28'11”.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti