Castle Mountain Running: i risultati delle gare giovanili

Di GIANCARLO COSTA ,

Alain Cavagna (Foto Alice Russolo)
Alain Cavagna (Foto Alice Russolo)

Alain Cavagna trascina l'Atletica Valle Brembana al trionfo tra gli allievi, lo SportClub Meran domina al femminile con due titoli tricolori tra allieve e cadette (ed un argento, sempre tra le allieve), l'SS Vittorio Alfieri di Asti si conferma leader tra i cadetti.
Sono questi i responsi della prima giornata della Castle Mountain Running - Memorial Franco Travaglia che questo pomeriggio ad Arco, nel Garda Trentino, ha visto inaugurata la due giorni dei Campionati Italiani di Corsa in Montagna a staffetta, per la prima volta riuniti in un'unica sede per tutte le categorie. E domani mattina, a partire dalle 9, il tracciato della Castle Mountain Running - teatro nel 2016 dei Campionati Europei - si concederà alle sfide senior, junior e master con praticamente quasi tutti i big della corsa in montagna italiana pronti ad infiammare la domenica arcense. Ma entriamo nel dettaglio delle singole prove giovanili del sabato pomeriggio.

ALLIEVI - Quello di Alain Cavagna è il numero di giornata: nella seconda frazione della prova allievi, il portacolori dell'Atletica Valle Brembana - già vincitore della WMRA Youth Cup 2017 - fa letteralmente saltare il banco, recuperando oltre un minuto di svantaggio che pativa al cambio nei confronti dei leader dell'AS Lanzada, Alessandro Rossi e Lorenzo Moizi. Metro dopo metro il bergamasco ha risalito la china, fino a concretizzare il sorpasso nella seconda ascesa di giornata, nel cuore dell'olivaia. La picchiata verso Arco ed il rettilineo finale si sono trasformati in un'autentica passerella, con tanto di tricolore a sventolare sulle braccia per ricevere all'arrivo l'abbraccio del compagno di team Pietro Gherardi. Dietro l'Atletica Valle Brembana, secondo posto per l'AS Lanzada mentre la corsa al bronzo va a premiare i trentini dell'Atletica Tione, Devid Caresani e Senetayhu Masè.

ALLIEVE - E così è stata doppietta per lo SportClub Meran che al traguardo ha visto il proprio quartetto di atlete monopolizzare i gradini più alto del podio. E dire che in prima frazione Elisa Pastorelli sembrava in grado di lanciare verso il successo l'Atletica Lecco Colombo Costruzioni, ma è stato nella seconda metà di gara che le bianconere meranesi hanno inserito le marce alte. Veronika Hoelzl e Martina Falchetti, lanciate rispettivamente da Emma Elisabeth Garber e Sara Frick, hanno dato vita ad un duello davvero acceso, con la Falchetti ad allungare sulle rampe che conducono alla Torre Renghera per poi prestare il fianco al ritorno della compagna di squadra, più abile nel tratto in discesa per presentarsi così per prima sul traguardo. Doppietta bianconera, dunque, con l'Atletica Lecco Colombo Costruzioni a difendere il terzo gradino del podio con Camilla Valsecchi Ratto.

CADETTI - Come previsto, si parla dialetto piemontese. Il merito principalmente è dei due astigiani di origine etiope Teshale Zanchetta e Girma Lombardo che hanno regalato una giornata di gloria all'SS Vittorio Alfieri Asti al termine di una gara che li ha visti costantemente davanti a tutti, nonostante un leggero cedimento di Zanchetta negli ultimi metri di salita della prima frazione. Ma i primi a presentarsi sul traguardo sono stati loro, con la Podistica Valle Varaita pronta a conquistare un prezioso argento grazie alla poderosa seconda frazione di un Elia Mattio lanciato da Simone Giolitti, terzo posto e medaglia di bronzo per il GP Santi Nuova Olonio di Davide Curioni ed Oliviero Curti.

CADETTE - La giornata di gloria dello SportClub Meran era iniziata sin dalla gara cadette che ha inaugurato la prima giornata di gara della Castle Mountain Running tricolore. Madallena Melle e Lisa Kerschbaumer hanno confezionato una rimonta d'oro, per lasciarsi alle spalle l'Atletica Valle Brembana delle gemelle Sofia e Chiara Begnis e l'Atletica Saluzzo di Sofia Audisio e Noemi Bogiatto. Importante in prima frazione la prova di Matilde Bagnus per l'Asd Podistica Valle Varaita, prima a presentarsi in zona cambio per poi veder sfumare in seconda frazione le chance di podio.

E domani tocca alle prove Senior, Junior e Master. Alle 9 il via alla gara femminile, su due frazioni di 5000 metri ciascuna che vede La Recastello Radici Group di Alice Gaggi e Samantha Galassi favorita d'obbligo per confermare il titolo tricolore conquistato nel 2017.
Alle 11 quindi spazio alla sfida maschile (3 frazioni di 6270 metri): confermato al via Alex Baldaccini e quindi sarà dura per tutti battere l'Atletica Valle Brembana che potrà contare anche su Nadir Cavagna e Francesco Puppi. Ma attenzione, come sempre, al feeling che lega Arco ai gemelli Martin e Bernard Dematteis che insieme ad Henri Aymonod potrebbero confezionare una sorpresa dorata alla Corrintime. La terza forza di giornata pare essere quella dei campioni uscenti dell'Atletica Valle Bergamasca Leffe di Luca Cagnati, Alessandro Rambaldini e Cesare Maestri. Domani mattina, sarà ancora spettacolo sui sentieri del Garda Trentino, con il fascino della Castle Mountain Running.

Fonte u.s. Castle Mountain Running

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti