Castagneri e Bosio vincono il Vertical Madonna del Ciavanis, Rachele Young prima donna

Di GIANCARLO COSTA ,

Rachele Young vincitrice Vertical Madonna del Ciavanis
Rachele Young vincitrice Vertical Madonna del Ciavanis

Ritorna ai fasti di un tempo la corsa alla Madonna di Ciavanis di Chialamberto. Gara di corsa in montagna degli anni ‘80, gare toste quelle di un tempo, una Marcia Alpina in piena regola, cioè su e giù, con partenza da Chialamberto, nelle Valli di Lanzo in provincia di Torinosalita per mulattiere e sentiero fino alla chiesetta dell Madonna di Ciavanis, per poi tornare giù con i “piedi dietro le orecchie”. Oggi ho conosciuto in vincitore e recordman dell’epoca, Giuseppe Genotti, capace di un record di 59 minuti tra salita e discesa! Gloria della corsa in montagna dell’epoca, capace di vincere anche le grandi classiche di salita come l’Ivrea-Mombarone e Tavagnasco, era soprattutto un gran discesista.
Quindi dopo tanti anni di assenza, l’Atletica Cafasse e la Pro Loco di Chialamberto hanno riproposto la gara, nella versione sola salita, un Vertical in piena regola, 5 km per 1000 metri di dislivello, gara dura ma corribile, per chi ne aveva, un sentiero ripulito e risegnalato, cosa lodevole, visto che ormai i sentieri si ripuliscono proprio grazie agli organizzatori delle gare di corsa in montagna.

Il Vertical Madonna di Ciavanis è anche la prima prova di un circuito di 4 gare Vertical delle Valli di Lanzo, a cui seguiranno quelle del Pian della Mussa-Rifugio Gastaldi, quindi Ala di Stura e poi Usseglio.

La gara odierna è stato un testa a testa tra Stefano Castagneri dell’Atletica Monterosa e Giovanni Bosio del GS Des Amis, che dopo l’avvio dal campo sportivo e la via principale di Chialamberto, fin dalle prime rampe della mulattiera hanno progressivamente staccato la concorrenza, arrivando appaiati alle scalinate finali e in omaggio alla loro amicizia, sono arrivati appaiati al traguardo posto davanti alla chiesetta del Ciavanis che hanno tagliato insieme senza fare la volata in 44’20”. Sale sul terzo gradino del podio Daniele Gallon in 45’15”, completano la top ten Federico Airola 4° in 46’18”, Elio Pagnutti 5° in 46’45”, Umberto Serra 6° in 47’48”, Vittorio Ferrero 7° in 48’08”, Giancarlo Parola 8° in 48’33”, Fabio Faraone 9° in 48’42” e Fabrizio Attardi 10° in 48’53”.

Nella gara femminile successo di Rachele Young della Podistica Valchiusella in 57’57”, che ha recuperato da un infortunio e sta dimostrando un ottimo talento per le corse in montagna. Seconda piazza per Denise Gallan in 59’03”, 3a Alessandra Bresciani in 1h00’39”, 4a Enrica Fassone in 1h03’37” e Angela La Vecchia 5a in 1h06’33”.

In allegato le foto e la classifica generale.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti