Carema-Maletto: vittorie di Enzo Peraldo e Rachele Young

Di GIANCARLO COSTA ,

Rachele Young vincitrice Carema Maletto (foto Bonel)
Rachele Young vincitrice Carema Maletto (foto Bonel)

Sabato 28 luglio si è corsa la seconda riedizione della corsa in montagna, rinata nel 2017 dopo 10 anni di pausa, Carema-Maletto, 5 km con 1000 metri di dislivello, fatta di mulattiere e sentieri che collegano il paese di confine tra Piemonte e Valle d’Aosta, famoso anche per i suoi vigneti, con gli alpeggi sulle pendici del Mombarone.
La gara è organizzata da Cristian Vairetto, con i Priori di Sant’Anna della festa dell’Alpe Maletto, corsa ruspante, un Km Verticale non estremo, ma in cui bisogna alternare corsa e marcia per non perdere mai il ritmo, che secondo i canoni attuali è la VAM (Velocità di Ascensione Media). Per chi correva in montagna già 20-30 anni fa’ queste erano le marce alpine, gare dalle quali hanno preso vita skyrunning e trail running, le specialità di tendenza dei tempi odierni. E alla fine si mangia tutti insieme, al fresco dei 1350 metri dell’Alpe Maletto, cosa assai piacevole in questi torridi giorni di fine luglio.

Ma dopo la divagazione sulla storia della corsa in montagna, passiamo alla parte agonistica. Vince Enzo Peraldo, biellese di Rosazza in Valle Cervo, tosto scalatore specialista proprio di questo tipo di gare, che taglia il traguardo del Maletto in 48’22”, seguito sul podio da Giancarlo Costa 2° in 49’39” e da Alessandro Gillio 3° in 49’41”. Completano la top ten Daniele Nicco 4° in 50’42”, mentre un discorso a parte bisogna fare per Roberto Giachino e Alfonso Bracco, che erano in testa alla gara ma dopo una ventina di minuti di corsa hanno compiuto un errore di percorso che li ha fortemente penalizzati, comunque hanno concluso la loro ascesa rispettivamente 5° in 51’23” e 6° in 51’56”. Alberto Franchino è 7° in 54’03”, Mandel Accurso 8° in 54’05”, Dante Bacolla 9° in 54’23” e Luigi Mancuso 10° in 54’48”.

Nella gara femminile successo di Rachele Young della Podistica Valchiusella, che al rientro da un lungo infortunio al crociato, dimostra di non aver perso lo smalto agonistico della stagione 2017. Completano il podio di giornata Federica Quaccia 2a in 1h01’02” e Manuela Arvat 3a in 1h09’16”.

In allegato le foto della Carema-Maletto.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti