Campionati Italiani di Cross - Porto Potenza Picena (MC)

Di GIANCARLO COSTA ,

Silvia Weissteiner
Silvia Weissteiner

Il sole illumina la giornata tricolore dei Campionati Italiani Individuali di cross di Porto Potenza Picena (MC) che ha preso il via in una domenica mattina che sembra già di primavera. Assoli in gara e riconferme al vertice per i campioni uscenti Silvia Weissteiner e Andrea Lalli, con il campione d'Europa under 23 protagonista dell'ennesima prova maiuscola della stagione.         
LA CRONACA
CADETTE: tocca alle più giovani inaugurare il bel percorso del Parco dei Laghetti messo in piedi dall'organizzazione dell'Atletica Potenza Picena. Alle 10:10 sono 143 al via e arrivano da tutte le regioni d'Italia di cui indossano la canotta. La loro gara è lunga quasi 2 km, due giri in tutto. A vincere è l'emiliana Christine Santi, classe 1995, che si impone in 6'49 sulla pugliese Anna Clemente (6'59) e sulla sarda Anna Crobu (7'10). Christine ha 14 anni, frequenta la terza media e gareggia per il Mollificio Modenese Cittadella dove è seguita dal tecnico Mauro Bazzani. Fa atletica da circa tre anni, dopo aver praticato il nuoto, ed è un'ammiratrice dell'azzurra Elisa Cusma. Classifica Cadette: 1. Toscana 2. Lombardia 3. Piemonte.
CADETTI: un quarto d'ora dopo è la volta degli under 16 pronti a sfidarsi sui 2 km e mezzo. La vittoria va all'abruzzese Federico Gasbarri che parte forte  e poi resta nel gruppo di testa. La gara è abbastanza tattica. All'inizio dell'ultimo giro è quinto ma sulle gambe ne ha ancora per rimontare. Gli ultimi 150 metri sono quelli decisivi per andarsi a prendere la medaglia d'oro in 8'19. Argento e bronzo ai due gemelli toscani dell'Atletica Livorno Samuele e Lorenzo Dini, identici anche nel crono, 8:20. Federico, classe 1994, invece, gareggia dal 2006 per la Falco Azzurro Carichieti, allenato da Carlo Piersanti. Lo scorso anno ha già avuto modo di mettersi in evidenza a livello nazionale durante le Finali dei Giochi Sportivi Studenteschi, con il secondo posto al cross di Paestum e il secondo nei 1000 su pista a Formia. Classifica Cadetti: 1. Lombardia 2. Toscana 3. Abruzzo.
Nella classifica combinata per Regioni, primo posto per la Toscana davanti a Lombardia e Veneto.
SENIOR E PROMESSE F: sugli 8 km fanno subito gara a sè la campionessa in carica Silvia Weissteiner, Federica Dal Rì e Fatna Maraoui. Assente la primatista italiana dei 3000 siepi Elena Romagnolo che, dopo Torino 2009, si è concessa un break dalle competizioni. Le tre atlete se la giocano in testa fin dall'inizio. Per i primi tre giri nessuna di loro prende l'iniziativa, poi al suono della campanella, l'azzurra Weissteiner decide di cambiare marcia e sale al comando. Arriva prima in 27'19. Dietro all'altoatesina della Forestale sfilano nell'ordine le due mezzofondiste dell'Esercito Dal Rì (27'40) e Maraoui (27'53). "Oggi è stata una bella giornata per correre - commenta la riconfermata campionessa d'Italia - ad una settimana del quinto posto alla finale degli Euroindoor questo è stato un altro risultato di cui essere soddisfatta. Ora il mio obiettivo sono i Mondiali di Berlino. Intanto a primavera penso di correre un 5000 e poi un 10000." Titolo Promesse a Giorgia Vasari (Running Club Futura), sesta assoluta in 28'11. Argento a Giovanna Epis (29'56) e bronzo a Martina Celi (Studentesca Cariri - 30'04).
ALLIEVE: ai giudici sarà forse sembrato di vederci doppio, ma la campionessa dei 4 km è Valentine Marchese (Fondiaria Sai - 14'53), già prima ai Societari di Campi Bisenzio, con la sorella gemella Camille al quarto posto (15'03). Le gemelle Marchese, nate nel 1993, arrivano dal pentathlon e sono approdate "di corsa" agli eventi nazionali di atletica soltanto quest'anno, sempre sotto la guida del tecnico Massimilaino Monteforte. In mezzo a loro due piemontesi, l'argento di Beatrice Curtabbi (Atl. Giò 22 Rivera - 14'58) e il bronzo di Martina Merlo (Cus Torino 15:03).
ALLIEVI: in mezzo alla nuvola dei 151 concorrenti dei 5 km il più veloce in 15'55 è l'ex-cadetto Giuseppe Gerratana (Running Modica) che ha la meglio su Ali Ma Abdikadar Sheik  (Nuova Atl. Studentesca Sezze) e Miki Campanella (Cariri), distanziati dal vincitore di appena 2 secondi. Partenza decisa nel primo giro piccolo, poi nel secondo il ritmo scende un po' e si assesta per preparare la progressione verso il finale in volata che decide le sorti del podio a favore del diciassettenne siciliano, allievo dal tecnico Salvatore Pisana.
JUNIORES F: inanella un altro successo Lucia Colì (Cus Ripresa Bologna). Dopo le vittorie di Osimo, Volpiano e l'ottimo piazzamento in azzurro agli Europei di Bruxelles, la diciannovenne di Cesena allenata da Paride Benini è stata anche oggi l'atleta da inseguire a partire dal secondo giro, quando si è portata nettamente a tirare davanti al gruppetto composto da Veronica Inglese, Jessica Pulina e Valeria Roffino. Ed è proprio negli ultimi 1000 metri che la piemontese primatista allieve delle siepi, affiancata dalla Inglese, tenta la rimonta, ma il distacco della Colì resta troppo ampio e le consente così di tagliare il traguardo del suo primo titolo tricolore in 21'35. Seconda la Roffino (Fiamme Azzurre - 21'51), terza la Inglese (Atl. Gran Sasso - 21'56).
SENIOR E PROMESSE M: la stella è Andrea Lalli. Il molisano delle Fiamme Gialle non ha aspettato troppo a ingranare il turbo sui 10 km. Dopo 1500 metri era già davanti per restarci fino alla fine con estrema facilità e autorevolezza. Dietro di lui hanno cercato di restare in scia solo il compagno di squadra Gabriele De Nard - su cui si era imposto, ma in volata, anche sabato scorso in occasione del 28° Cross del Sud di Lanciano - e il marocchino del Cover Mapei Kaddour Slimani. "Il rosso" Campione d'Europa under 23, allenato da Luciano Di Pardo, ha così macinato chilometri, impiegando 29'51 per coprire tutto il percorso, con 23 centesimi di vantaggio su De Nard e 35 su Slimani. Lalli che si aggiudica ovviamente anche il titolo Promesse (argento a Seppi 30'59, bronzo a Crespi 31'34) commenta così all'arrivo: "Sono soddisfatto, ma per adesso chiudo qui. E' stata una stagione eccezionale, ora, però, ho bisogno di un po' di riposo." 

JUNIORES M: il campione 2009 è Antonio Guzzi della Libertas Atl. Lamezia che sugli 8 km ha preceduto in 25'25 il pugliese Dario Santoro (Gargano 2000 - 25'32) e Manuel Cominotto (Atl. Dolomiti Belluno - 25'42). Per il calabrese, già tricolore indoor dei 1500 ad Ancona e allenato dal tecnico Gregorio Sesto, gara in testa insieme a Cominotto e Santoro che nel finale recupera terreno e si inserisce al secondo posto.  

Comunicato Fidal Alessio Giovannini  foto Claudio Petrucci fotosports.it/FIDAL)

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti