Nei Campionati Italiani di corsa in montagna a Pergine Valsugana (TN) Bernard Dematteis vince gara e titolo, Valentina Belotti prima donna e Alige Gaggi campionessa italiana

Di GIANCARLO COSTA ,

L'abbraccio di Bernard Dematteis ad Alex Baldaccini all'arrivo del Campionato Italiano corsa in montagna di Pergine Valsugana (foto corsainmontagna
L'abbraccio di Bernard Dematteis ad Alex Baldaccini all'arrivo del Campionato Italiano corsa in montagna di Pergine Valsugana (foto corsainmontagna

La Panarotta tricolore regala un'altra perla di Berni Dematteis: un altro arrivo in solitaria, come quello di Gap, un altro trionfo per allungare la striscia di successi e guardare verso il Mondo, verso l'appuntamento iridato di Casette di Massa, tra un mese esatto.

Il camoscio della Valle Varaita ha completato il cammino perfetto, vincendo entrambe le prove tricolori e meritando il titolo italiano davanti al fratello Martin, terzo in Panarotta e superato da un Alex Baldaccini in rimonta. E come Berni, a gioire con il tricolore è stata Alice Gaggi del Runner Team 99 Volpiano

cui è bastato il quarto posto nella gara organizzata dal Gs Valsugana Trentino per salire sul trono italiano: a precederla, ieri, sono state Valentina Belotti, Antonella Confortola e la sudtirolese Renate Rungger, un podio assolutamente nobile ma con nessuna voce in capitolo in tema di titolo tricolore alla luce della comune assenza nella prima prova di Oncino.

Detto delle categorie assolute, giunge l'ora di scalare tra i più giovani, a partire dalla conferma tricolore di Cesare Maestri (Atletica Valchiese): il percorso in sola salita ha impegnato a fondo il ventunenne di Bolbeno che ha ceduto il passo all'altro under 23 Francesco Puppi (secondo ad Oncino proprio alle spalle del giudicariese) conquistando comunque il titolo italiano per la somma di tempi. Per l'allievo di Giordano Zanetti si tratta del terzo titolo tricolore, dopo quello dello scorso anno ed il successo tra gli under 20 del 2011.

La gara juniores ha invece registrato la superiorità di Nadir Cavagna, il bergamasco che dopo la delusione ed i problemi dello scorso anno ha "finalmente" vinto il titolo italiano firmando entrambe le prove. Deciso il vantaggio del lombardo nella gara di ieri, con oltre un minuto di margine sulla wild card Davide Magnini (Atletica Valli di Non e Sole), campione del mondo under 18 ammesso alla prova in via straordinaria per un test in funzione di una possibile (probabile?) convocazione a Casette di Massa. Secondo posto (fuori classifica) dunque per il giovane solandro, seguito dall'altro giudicariese Alberto Vender (Atletica Valchiese) che ha così completato, con due secondi posti, alla piazza d'onore il suo cammino tricolore. E sullo stesso podio, sul terzo gradino, ecco spuntare l'aquilotto Luca Ventura (Atletica Trento) che grazie a due ottimi piazzamenti (sesto ad Oncino, quinto in Panarotta) ha meritato la medaglia di bronzo under 20, contribuendo in maniera sostanziale al secondo posto della società poera guidata da Andrea Senes nel campionato di Società Under 20 maschile.

Guarda la classifica maschile.

Guarda la classifica femminile.

In allegato le classifiche finali del Campionato Italiano Corsa in Montagna.

Fonte fidaltrentino.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti