La Biella-Monte Camino a Gianfranco Danesi e Cristina Dosio

Di GIANCARLO COSTA ,

Il podio maschile della Biella-Monte Camino (Foto Bosonetto)
Il podio maschile della Biella-Monte Camino (Foto Bosonetto)

Tanto tuonò...che non piovve. E' proprio il caso di dirlo, visto che alle apocalittiche previsioni della vigilia ha fatto seguito una giornata accettabile per la 14a edizione della corsa in montagna Biella-Oropa-Monte Camino, organizzato dal GSA Pollone, che ha visto circa 300 atleti correre su strade poderali, su qualche tratto di asfalto e sui sentieri di montagna per 23 chilometri, che dai 365 metri di Biella portano fino alla cima del monte Camino a quota 2388, per 2000 metri di dislivello in salita.

Oropa, luogo di culto legato alla Madonna Nera, ma nell'immaginario collettivo degli sportivi di resistenza Oropa è ormai legato agli arrivi del Giro d'Italia, di quest'anno come della storica vittoria del 1999 di Marco Pantani. Ma ieri Oropa non era l'arrivo, bensì il punto intermedio della gara, il cui transito dal piazzale della funivia segna il passaggio definitivo dall'asfalto ai sentieri, che con 6 km e 1200 metri di dislivello portano al traguardo in vetta al monte Camino. Qui passa per primo il vincitore di giornata, Gianfranco Danesi della Valetudo, che al suo esordio sulla gara aveva preso fin da subito la testa della corsa per non mollarla fino al traguardo, quest'anno posto all'interno dell'arrivo della funivia causa maltempo, raggiunto con l'ottimo tempo di 2h11'38”. Alle sue spalle sul podio salgono due biellesi in forza all'Atletica Monterosa, Enzo Mersi 2° in 2h16'15”, che con due vittorie, tanti podi e la partecipazione a tutte le edizioni è un simbolo di questa gara e Silvio Balzaretti 3° in 2h21'21”, che replica il podio del 2013. Li seguono nella top ten Luca Gronchi 4° in 2h25'59”, Maurizio Mora 5° in 2h30'27”, Corrado Vigitello 6° in 2h31'46”, Andrea Vipiana 7° in 2h33'24”, Alberto Bolcato 8° in 2h34'46”, Marco Zarantonello 9° in 2h35'20” e Luca Fiorese 10° in 2h35'45”

Nella gara femminile successo di Cristina Dosio, anche lei targata Valetudo, che vince con l'ottimo tempo di 2h36'44”, con Emanuela Brizio, seconda in 2h39'54”, che nella seconda parte di gara recupera su Katarzyna Kuzminska, terza in 2h41'49”, che aveva animato la gara nella parte di tracciato da Biella a Oropa, con notevole sviluppo chilometrico e particolarmente corribile. Alle loro spalle le due atlete di casa Marcella Belletti quarta in 2h43'36”e Barbara Cravello quinta in 2h47'48”.

In allegato la classifica completa.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti