Bernard Dematteis ed Elisa Compagnoni vincono l’EOLO FIDAL Mountain and Trail Grand Prix

Di GIANCARLO COSTA ,

Bernard Dematteis vincitore  Tavagnasco Campionati Italiani corsa in montagna ed Eolo Gran Prix (foto Pantacolor) (1)
Bernard Dematteis vincitore Tavagnasco Campionati Italiani corsa in montagna ed Eolo Gran Prix (foto Pantacolor) (1)

Un’intera stagione di sfide, per quasi sei mesi di gare. Dopo 15 tappe e con più di mille atleti in classifica finale, l’edizione 2018 dell’EOLO FIDAL Mountain and Trail Grand Prix proclama i vincitori del Super Rank. Ad aggiudicarsi la combinata del circuito dedicato alla corsa in ambiente naturale sono Bernard Dematteis ed Elisa Compagnoni. Il piemontese della Corrintime, campione europeo in carica del mountain running, precede Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana) e il compagno di club Henri Aymonod (Corrintime). Al femminile è l’anno della portacolori dell’Atletica Alta Valtellina che si impone nei confronti di Barbara Bani e Gloria Giudici, entrambe della Freezone. Questi i verdetti della graduatoria complessiva, che incorona i migliori nell’arco di tutto il 2018 e su ogni terreno.

Assegnati anche i trofei nelle tre diverse specialità. La Mountain Classic Cup va a Bernard Dematteis (Corrintime), davanti a Cesare Maestri (Atl. Valli Bergamasche Leffe) e Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana), con il successo tra le donne di Elisa Desco (Atl. Alta Valtellina) su Gloria Giudici (Freezone) ed Elisa Compagnoni (Atl. Alta Valtellina). Nella Vertical Cup si conferma leader Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana), seguito da Bernard Dematteis (Corrintime) e Patrick Facchini (Valchiese), mentre il trofeo femminile premia la regolarità di Elisa Compagnoni (Atl. Alta Valtellina), senza vittorie parziali ma grazie a ben quattro secondi posti, per lasciarsi alle spalle Arianna Oregioni (La Recastello Radici Group) e Valentina Belotti (Atl. Alta Valtellina). La Trail Running Cup vede quindi l’affermazione di Italo Cassol (Alpago Tornado Run), che stacca il gemello Roberto Cassol (Alpago Tornado Run) con sei atleti a condividere il terzo posto, invece la numero uno delle donne è per la seconda volta di fila Barbara Bani (Freezone) per chiudere con un netto vantaggio su Francesca Dal Rio (Leopodistica) e Chiara Moretto (Atl. Valdobbiadene). Il circuito ha fatto tappa a Casto (Brescia), Saluzzo (Cuneo), Tavagnasco (Torino), Malonno (Brescia), Susa (Torino), Albavilla (Como), Tesero (Trento), Chiavenna (Sondrio), Badia Prataglia (Arezzo), Fiera di Primiero (Trento), Alpago (Belluno), Gavirate (Varese) e Milano, per un totale di 1188 atleti classificati: 785 uomini e 403 donne.

Fonte fidal

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti