Gli atleti in gara alla Stralivigno di sabato

Di GIANCARLO COSTA ,

Il vincitore della Stralivigno 2013
Il vincitore della Stralivigno 2013

A pochi giorni dal via della 15esima edizione della Stralivigno, la mezza maratona internazionale di corsa in montagna Fidal in programma a Livigno sabato 26 luglio, i dati aggiornati delle iscrizioni parlano di 487 atleti alla gara Fidal, 36 al Trittico, 111 alla Stralivigno non competitva e 45 coppie nella staffetta. Ai nastri di partenza sono confermati gli atleti del team run2gether Peter Chege WANGARI (1987), Geoffrey Gikuni NDUNGU (1984), Robert Panin SURUM (1989), Veronicah Njeri MAINA (1989), Lucy Wambui MURIGI (1985).

La partenza dei 21 km avrà luogo in zona lago alle ore 15 e il percorso si snoderà sul tragitto presentato lo scorso anno per la prima volta. Il profilo altimetrico raggiunge il suo apice tra i 14 e i 18 km, quando si rimane costantemente sopra ai 2000 metri di altitudine.

Fino al 24 luglio è possibile iscriversi alla gara on line sul sito stralivigno.it, mentre dal 25 luglio le iscrizioni vengono raccolte solo presso l’ufficio gare.

Per i concorrenti e per chi vuole seguire la Stralivigno, sarà attivo un servizio di navetta gratuito da Plaza Placheda al lago (zona partenza e arrivo) e ritorno e da Plaza Placheda all’Hotel Camino, zona di cambio staffetta.

Il week-end di Livigno dedicato alla corsa in montagna si conclude domenica 27 luglio con la Ministralivigno, la gara riservata ai bambini e ai ragazzi fino ai 17 anni di età, che si svolge su un anello con partenza e arrivo presso Plaza Placheda.

Il programma della giornata:

- ore 8.00/14.00 distribuzione dei pettorali e pacchi gara Starlivigno, Staffetta, Nordic Walking presso Plaza Placheda.

- ore 11.00 Adventure Awards - RunLovers Giorgio Aprà, tecnico di VivoBareFoot ed esperto di natural running spiegherà come migliorare la tecnica di running.

- ore 15 partenza Stralivigno e Staffetta presso Aquagranda.

- ore 16.30 partenza Nordic Walking presso Tresenda.

- ore 19.00 cena presso Plaza Placheda a seguire le premiazioni.

La serata della Stralivigno prosegue sul tema del Running: A confronto con gli eroi dell'ultra trail - Presentato con passione da RunLovers.

Che differenza c'è tra correre e correre per centinaia di kilometri, magari sotto il sole del deserto o sui ghiacci dell'Artico? i protagonisti della serata, che si svolgerà in Plaza Palcheda, risponderanno che la differenza è la motivazione, la voglia di superare sempre il proprio limite.

Sul palco due giganti delle corse ultra, come il milanese Stefano Gregoretti e il canadese Ray Zahab. Dalle ultra maratone alle traversate dei deserti e dei ghiacci, Ray Zahab è un mito del running mondiale, un uomo capace di attraversare il Sahara in 111 giorni di corsa, di battere il record di velocità per il Polo Sud, di attraversare in autonomia il deserto del Gobi e quello dell'Atacama. Roy ha fondato il progetto "impossibile2possibile", organizzazione che mira a educare e dare ispirazione ai giovani tramite la partecipazione a spedizionie. La condivisione delle esperienze. Ray è reduce quest'anno della prima traversata invernale in autonomia e di corsa all'Isola di Baffin insieme a Stefano Gregoretti, Ferg Hawke e Ryan Grant.

Ex triatleta di livello mondiale, Stefano Gregoretti è il nome emergente delle ultra maratone. Vincitore della Gobi Desert Marathon e della Yukon Arctic Ultra per due volte consecutive, secondo classificato alla Grand to Grand Ultra, Stefano sembra non conoscere limiti e, anno dopo anno, colleziona risultati incredibili, sempre con il sorriso.

La partecipazione alla serata è gratuita. 

Fonte Ufficio Stampa APT Livigno

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti