Arriva anche in Italia mercoledì 18 giugno la ING Run for UNICEF

Di GIANCARLO COSTA ,

ING Run for UNICEF
ING Run for UNICEF

Continua l’impegno sociale di ING in favore dell’UNICEF per assicurare un futuro ai bambini dei Paesi in via di sviluppo. Il 18 giugno si terrà, infatti, la ING RUN for UNICEF, la corsa benefica organizzata dalla banca in favore dell’UNICEF, Fondo della Nazione Unite per l’infanzia.

Dall’Australia agli Stati Uniti i dipendenti di ING correranno 5 o 10 Km per stimolare le donazioni a sostegno dell’UNICEF destinate alla realizzazione di progetti concreti in favore dei più piccoli, in particolare il loro diritto a ricevere un’istruzione di base di qualità. Altrettanto importante sarà l’impegno di ING Bank, che raddoppierà la cifra raccolta attraverso la partecipazione dei propri dipendenti.

In linea con lo spirito della staffetta, l’Australia sarà la prima a partire dando il via il 18 giugno a una gara globale tra i dipendenti dei paese dove ING è presente. La corsa si concluderà, seguendo il fuso orario, lo stesso giorno a New York. La tappa italiana della ING RUN for UNICEF si svolgerà a Milano e vi prenderanno parte 300 dipendenti di ING Bank Italia, che correranno per raggiungere un traguardo ambizioso: raccogliere 20.000€ per l’UNICEF. Tutti potranno contribuire alla realizzazione di questo obiettivo facendo un bonifico a favore

dell’UNICEF:

IBAN: IT 55 O 05018 03200 000000505010 - Banca Etica.

INTESTATO A: Comitato Italiano per l’UNICEF Onlus, Via Palestro 68/70, 00185, ROMA

CAUSALE: ING – CHANCES FOR CHILDREN – RUN FOR UNICEF 4CCP.

La preparazione a questa iniziativa ha visto il coinvolgimento diretto del top management di ING che, attraverso un divertente video, ha invitato i colleghi alla corsa. Successivamente si sono formati gruppi di allenamento che per un mese si sono preparati insieme supportati dai colleghi più esperti nel running.

La partenza della corsa è prevista alle ore 18.30 dall’Arena Civica in Par co Sempione e il percorso di 5 Km si snoderà dal Castello Sforzesco fino all’Arco della Pace. Il testimone virtuale di ING passerà a tutti i dipendenti runner che scenderanno in pista per prendere parte a questa grande iniziativa con l’obiettivo comune di raccogliere fondi e sostenere i progetti di istruzione dell’UNICEF in Etiopia, Zambia e Nepal.

“Siamo orgogliosi di sostenere ancora una volta UNICEF, da diverso tempo nostro partner di charity a livello mondiale - commenta Don Koch, Country CEO di ING Bank in Italia – Ma quello che ci rende più fieri è la disponibilità dimostrata dai nostri dipendenti che anche in questa occasione hanno accolto con entusiasmo la sfida di solidarietà proposta dalla banca”.

“Come UNICEF operiamo in oltre 190 Paesi in tutto il mondo. In ognuno di essi siamo impegnati a garantire concretamente che tutti i bambini abbiano la possibilità di crescere e di sviluppare il proprio potenziale” - ha dichiarato Davide Usai, Direttore Generale dell’UNICEF Italia. - “Ringraziamo ING Bank e tutti i suoi dipendenti per il lavoro svolto in tutti questi anni e per aver accettato ancora una volta questa grande sfida di solidarietà”.

Fonte ingdirect.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti