Aprono le iscrizioni per la Sky del Canto di Carvico

Di GIANCARLO COSTA ,

La vincitrice del 2016 Katrine Villumsen della Valetudo
La vincitrice del 2016 Katrine Villumsen della Valetudo

Si scaldano i motori in vista dell’ottava edizione della Sky del Canto, una gara di 22 km di sviluppo con 1280 m di dislivello positivo che il 2 aprile 2017 aprirà la stagione delle corse outdoor in terra bergamasca. Sono attive nel mese di dicembre le iscrizioni a tariffa agevolata. Per tutti i runner è un’occasione da sfruttare al volo per fare un gradito e originale regalo di Natale. Il pacco gara infatti include un prodotto esclusivo: lo zaino tecnico Raidlight specifico per il trail running. La Carvico Skyrunning punta a migliorare ulteriormente gli standard qualitativi e replicare il successo dello scorso anno quando la gara vide la partecipazione di un cast internazionale (Pascal Egli e Katrine Villumsen frantumarono i precedenti record) e superò i 600 iscritti (a cui vanno aggiunti i 1300 partecipanti alla non competitiva).
Le iscrizioni si possono effettuare attraverso il portale www.picosport.net.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti