Aosta - Becca di Nona: al via le iscrizioni dal primo maggio

Di GIANCARLO COSTA ,

Nadir Maguet vincitore con record dell'Aosta Becca di Nona (foto organizzazione)
Nadir Maguet vincitore con record dell'Aosta Becca di Nona (foto organizzazione)

Si apriranno il 1° maggio 2021 le iscrizioni all’undicesima edizione della vertical running Aosta – Becca di Nona che si svolgerà il 18 luglio 2021.
Cadono quindi le riserve sull’evento sportivo, tra i più attesi nei comuni di Charvensod e Aosta, legato alla loro montagna simbolo, la Becca di Nona.
Le iscrizioni, esclusivamente online sul portale Endu.net (dalle ore 20 del 1° maggio), si chiuderanno il 30 giugno 2021 o al raggiungimento di 500 concorrenti iscritti complessivi (350 per la Becca di Nona e 150 per la Comboé).

Dopo l’annullamento della scorsa edizione a causa della pandemia, la manifestazione sportiva prevede le sole due gare principali: l’Aosta – Becca di Nona (13 km, 2500 m+, tempo massimo 4 ore) e l’Aosta – Comboé (9 km / 1500 m+).
Per motivi dettati dalle severe norme di sicurezza e di distanziamento, tutte le attività collaterali sono sospese. Presso il Campo Sportivo di località Plan Félinaz nel Comune di Charvensod si svolgerà solo la consegna dei pettorali.

«Lo stop imposto dalla crisi pandemica dello scorso anno – spiega André Comé presidente asd Becca 3142 – ci ha dato la possibilità di ripensare alla manifestazione sportiva, tenendo conto delle indicazioni sanitarie e del distanziamento. Abbiamo così riorganizzato la “Aosta-Becca di Nona” concentrandoci sull’aspetto sportivo. Ciò non significa snaturarsi, crediamo fermamente che le manifestazioni sportive non comincino con lo start e non finiscano con il taglio del traguardo. Per noi lo sport deve creare relazioni, momenti di aggregazione, solidarietà e promozione territoriale. Quest’anno abbiamo dovuto, però, ridimensionarci – conclude Comé – nella speranza di poter festeggiare con più calore nella prossima edizione».

Anche per il Sindaco di Charvensod, Ronny Borbey, l’Aosta-Becca di Nona, rappresenta il fiore all’occhiello degli eventi sportivi nel suo comune: «Il 2021 vuole essere per noi un ritorno alla normalità e un’anticipazione dei preparativi dell’edizione del 2022 nella quale celebreremo i vent’anni dalla nascita della vertical running “Aosta – Becca di Nona”, che ci auguriamo di poter organizzare con tutti gli eventi collaterali e senza alcun tipo di restrizioni. La “Aosta – Becca di Nona” è per la nostra Amministrazione un evento nel quale lo sport, l’ambiente e il territorio si intrecciano e si completano. Raggiungere la vetta della Becca – conclude il Sindaco Borbey - non è unicamente una sfida, ma diventa un invito a percorrere un tratto di strada in cui ritrovare sé stessi per guardare la realtà da un’altra prospettiva».

Per il Sindaco di Aosta, Gianni Nuti la “Aosta – Becca di Nona” rappresenta «un passo importante verso il ritorno a una normalità dei comportamenti e del modo di vivere così tanto sperato dopo oltre un anno di sofferenza per la nostra comunità dovuta alla pandemia e ai conseguenti periodi di lockdown, ma anche l’espressione della volontà di riappropriazione del tempo e di una parte significativa della libertà.
Per anni – conclude il Sindaco Nuti – l’ascesa alla Becca di Nona ha rappresentato un evento di grande valenza simbolica per Aosta, momento di incontro tra atleti, amatori, appassionati e semplici cittadini, giornata di festa ma anche di riflessione sul rapporto con la vetta che domina e caratterizza la “skyline” naturale del capoluogo».

Ulteriori dettagli sullo svolgimento della manifestazione verranno comunicati nei prossimi mesi. Per maggiori informazioni sul regolamento e sull’andamento delle iscrizioni consultare il sito internet ufficiale.

La manifestazione Aosta – Becca di Nona gode del patrocinio di Comune di Charvensod e Comune di Aosta.

Fonte Top1 Communication

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti