Annullata la Transpelmo per rispetto e sicurezza

Di GIANCARLO COSTA ,

transpelmo 2011
transpelmo 2011

All'alba di ieri una frana sulla parete nord provoca due morti. L'ordinanza dei sindaci competenti proibisce l'accesso al Pelmo.

E' stato lo stacco di un’enorme frana a causare ieri mattina la morte di due tecnici del soccorso alpino. Per questo motivo, per garantre la sicurezza di tutta l'area, i sindaci di San Vito di Cadore, di Borca di Cadore, di Zoldo Alto e di Zoppè di Cadore hanno emesso un’ordinanza di chiusura di tutti gli accessi alla montagna.

Alle prime luci dell’alba, alle 5.17 per la precisione, i due tecnici sono stati investiti dalla frana mentre si stavano calando dalla cima della montagna sul versante nord, per raggiungere due alpinisti tedeschi feriti ieri sera da una scarica di sassi. I due tedeschi stavano arrampicando lungo la via Simon-Rossi.

“Siamo increduli per quanto è successo questa mattina”. Ha detto Eris Costa presidente della Pro Loco di Zoldo Alto. “Una tragedia alla quale non si può aggiungere nessun commento”. Ha continuato Costa. “La Transpelmo, seppur in toni molto dismessi, si sarebbe potuta anche disputare, forse sarebbe stato un modo per onorare le vite dei due tecnici nel massimo rispetto sportivo. Purtroppo per motivi di sicurezza legati alla stabilità di alcuni torrioni del Pelmo, gli stessi dai quali si sono staccate le frane di ieri notte e di questa mattina, i sindaci competenti hanno emesso un’ordinanza che vieta l’accesso al Pelmo. In base a questa ordinanza e per rispetto delle vittime abbiamo preso la decisione di annullare la gara”.

“In queste ore – ha concluso l’organizzatore della Transpelmo – stiamo valutando tutti gli aspetti per gestire al meglio questa emergenza. Nei prossimi giorni comunicheremo attraverso il nostro sito web le modalità di gestione della quota di partecipazione".

Fonte Areaphoto.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti