Alpine Wonderful Trail: ad Acceglio l’8 Settembre torna il trail più solidale del mondo

Di GIANCARLO COSTA ,

Alpine Wonderful Trail Val Maira (foto IRun for Find the Cure) (2)
Alpine Wonderful Trail Val Maira (foto IRun for Find the Cure) (2)

Dopo l’anno sabbatico 2018 e le numerose richieste degli atleti, ecco il ritorno del trail interamente organizzato dai Volontari di Find the Cure Italia Onlus.

Quella del 2019 sarà l’edizione n°7 di un evento cominciato nel 2012 e che negli anni ha cambiato format di gara più volte ma, ha sempre mantenuto lo stesso filo conduttore: l’obiettivo non è creare semplicemente un’evento agonistico fine a se stesso, ma un’occasione per vivere l’attività solidale di Find the Cure, incontrare i volontari, ascoltare i racconti e le esperienze delle missioni, passare dei giorni di svago di festa e di sport e contribuire ad un progetto importante, quello prefissato dal Corto Circuito Solidale: la realizzazione dei pozzi nei villaggi di Milola (Tanzania) e Sophie (Mali).
Si comincia ufficialmente venerdi 06 settembre con la sistemazione di tende e camper nell’area dedicata. Sabato si comincia: tracciatura del percorso al mattino e al pomeriggio gara dei più piccoli, la Kids and Track di 3km, con meritata merenda finale. Ovviamente sarà possibile iscriversi e ritirare i pettorali già nel pomeriggio di sabato e seguire lo stage di tecniche di corsa. La sera sarà dedicata allo yoga, aperto a tutti, runners e simpatizzanti potranno rilassarsi e godere di questa location spettacolare mentre la “cena dell’Atleta” sarà gestita da Annalisa e Alessandro nei locali dell’Albergo Le Marmotte in località Frere e dopo cena? Balli e musica tutti insieme perché Alpine Wonderful Trail è anche questo, una Woodstock della corsa in natura. La sveglia avverrà tramite il solito, inequivocabile rito yoga all’alba, dopo di chè sarà ora di partire.

Il percorso, ormai noto è uno splendido anello mozzafiato (sia fisico che paesaggistico) che parte dai Campi Sportivi di Acceglio adiacenti al Bar Midia, ore 9.00 puntuali come svizzeri. Direttamente dal campo sportivo di Acceglio si imbocca la pista da fondo che porta fino a Ponte Maira. La prima parte sale abbastanza dolcemente su sentiero largo che permette, a chi vuole, di accaparrarsi la testa della gara. Da ponte Maira attraverso single track nel bosco si raggiungono le sorgenti del Maira attraversando lo storico campeggio, oggi chiamato CampKing. Poi si abbandonano le dolci salite per cominciare la parte più ripida e impegnativa del percorso che costeggiando il meraviglioso lago Visaisa porta su dritti fino al Rifugio Bonelli, si costeggia il lago glaciale dell’Apsoi per addentrarsi nel selvaggio vallone dell’Enchiausa per raggiungere il famoso colle dell’Enchiuausa (quota 2800m) da dove inizia la discesa, dapprima ripida poi a mano a mano meno tecnica: non ci si può perdere, ma essendo un tratto di sentiero che affiora (se affiora) solo in estate piena, il sentiero potrebbe essere poco visibile, anche se tracciato. A metà del vallone si raggiunge il bivacco Valmaggia, con un gruppo di volontari a disposizione e ristoro di acqua e zuccheri. La discesa diventa sempre più dolce e corribile fino alla borgata di Viviere, attraversando la borgate suggestiva di Chialvetta si raggiunge Borgo Frere e da qui, attraversando la cittadina di Acceglio si raggiunge l’arrivo della gara, stesso punto della partenza.
Il percorso è per 95% single track a tratti tecnico a tratti di ampio respiro, mai banale. Il restante 5% sterrato di vecchie strade militari per recupero fiato e gamba. Una salita, lunga e suggestiva. Una discesa, che vista dal basso assomiglia tanto ad una salita, un anello perfetto. Per molti ma, non per tutti, perché pur essendo un anello di “soli” 25km, si raggiungono quote di tutto rispetto e si corre su terreni di discreta tecnicità, per questo richiediamo un certificato medico per l’agonismo.

E’ previsto anche una gara alla portata di tutti, che avrà uno sviluppo di circa 10km per 350m di dislivello con partenza e arrivo sempre dal Bar Midia di Acceglio.

Le informazioni dettagliate si trovano a questo link:
http://irunfor.findthecure.it/gara/alpine-wonderful-trail-2019/

Fonte I Run for Find the Cure

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti