Alla Moggio-Artavaggio vittorie di Filippo Ba e Martina Brambilla

Di GIANCARLO COSTA ,

I vincitori della Moggio Artavaggio Filippo Ba e Martina Brambilla (foto Torri)
I vincitori della Moggio Artavaggio Filippo Ba e Martina Brambilla (foto Torri)

Novità e conferme per il circuito Sky Vertical Affari & Sport che nella sua quarta tappa ha fatto nuovamente scalo nel cuore delle montagne lecchesi per una super classica giunta quest’anno alla sua 53ª edizione.

A incidere il loro nome nell’albo d’oro della Moggio – Artavaggio ci hanno pensato Filippo Ba e Martina Brambilla. Ai nastri di partenza quasi 200 concorrenti, 184 per l’esattezza, pronti a misurarsi su un percorso 5km e 760mt. Dietro le quinte l’Associazione Alpinistica “i Bocia” di Verano Brianza hanno magistralmente orchestrato atleti e pubblico, giunto numeroso in zona traguardo anche grazie ai vicini impianti di risalita.

Sulle erte lecchesi Filippo Ba ha saputo imporre il proprio ritmo vincendo con il tempo di 35’ netti. Alle sue spalle il leader di circuito Fabio Bazzana e il falco Eros Radaelli reduce da un’ottima Val di Fassa Running hanno completato un podio di ottimo livello. Nella top ten di giornata vanno invece segnalati Carlo Ratti, Davide Milesi, Flavio Ghidini, Franco Sancassani, Fabio Rossi, Oscar Zani e Davide Terraneo.

Nella gara in rosa la stella del Carvico Skyrunning Martina Brambilla si è dimostrata scalatrice di razza vincendo in 42’35” (11ª assoluta) e consolidando la propria leadership nel ranking di circuito. Sul podio con lei sono salite Sara Rapezzi e Cecilia Pedroni. Nel post gara, 3° tempo apprezzato con un abbondante pranzo al rifugio Casari (sede di arrivo della gara) dove la grande famiglia dei runner ha potuto ritrovarsi per scambiare opinioni su allenamento e prossimi appuntamenti agonistici. «Siamo soddisfatti di riuscire ogni anno a portare tanti atleti ad Artavaggio nonostante un calendario sempre più fitto di manifestazioni – ha commentato Maurizio Borgonovo, numero uno dei Bocia Verano Brianza -. Come sempre il livello degli atleti è stato molto alto e i tempi lo dimostrano. Volevo ringraziare i vari sponsor che ci hanno dato una mano e le persone volontarie che hanno lavorato per diversi giorni per far funzionare tutto al meglio».

Salvi e ancora da battere i record di percorso appartenenti a Tommaso Vaccina (32’35”) e Emmie Collinge (37’55”).

Archiviata questa quarta tappa ora il circuito lombardo dedicato agli specialisti dell’only up farà scalo ai vertical dei record, la Chiavenna Lagünc il prossimo 8 ottobre prima del gran finale in programma a novembre con la Bobbio Vertical
Maggiori informazioni e programma sul sito www.valsassinatrailrunning.com

Fonte sportdimontagna

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti