Aido Run Sky 2013, sorpresa nella staffetta di Caprino Bergamasco

Di GIANCARLO COSTA ,

Caprino Bergamasco podio maschile (foto Grossi Valetudo skyrunning Italia)
Caprino Bergamasco podio maschile (foto Grossi Valetudo skyrunning Italia)

Di Paolo Grossi Valetudo skyrunning Italia

Vittoria a sorpresa alla staffetta Aido-Run-Sky di Caprino Bergamasco. L’hanno spuntata Giordano Montanari e il giovanissimo Francesco Puppi, che sono letteralmente volati sul percorso chiudendo in 58’05’’. Dietro di loro Matteo Tarabini con Dario Fracassi e Carlo Corti con Stefano Butti.

Partenza dal collegio di Celana alle 8.30, la gara prevedeva due frazioni di 6 e 9 km. La prima si svolgeva su un percorso ondulato su strada asfaltata, mentre la seconda si snodava su sentieri e mulattiere con un dislivello positivo di circa 300 metri. In partenza si sono presentate 130 coppie, per un totale di 260 atleti. Un buon numero, sintomo di una formula che piace e dà la possibilità di esprimersi al meglio sia agli stradisti che agli skyrunners/trail runners, aggiungendo quel divertimento in più che può dare una gara a due.

Carlo Ratti parte subito a tutta, riuscendo a chiudere la prima frazione in 20’1’’, dando il cambio a Luca Carrara per la seconda parte. Qualche secondo dopo Giordano Montanari dà il via a Francesco Puppi, che completa una frazione da corridore d’alto livello e riesce a giungere per primo sul traguardo di Celana.

La prima coppia mista giunta al traguardo è formata dai coniugi Barbara Corsini e Orazio Bottura, che in 1h04’07’’ hanno chiuso tredicesimi assoluti. Poco dopo, in sedicesima posizione ha tagliato il traguardo Angelo Baggi, che con Valentino Carenini è risultata la prima coppia over 100. Bisogna scendere alla 35^ posizione per trovare la prima coppia di donne, Viviana Bianchi e Ilaria Bianchi che hanno chiuso in 1h11’20’’.

Da menzionare sicuramente anche il grande recupero di Nicola Golinelli, al rientro dopo l’infortunio in bici di inizio ottobre, che ha segnato il miglior crono nella seconda frazione con 37’16’’.

Per la Valetudo presenti Paolo Grossi (2^ frazione), che chiude 25° in 1h07’34’’ insieme a Francesco Perlini, Gigi Gritti (1^ frazione), 40° in 1h11’49’’ con Marco Colombo e Luca Boffetti (2^ frazione), 60° in 1h16’11’’ con Marco Benaglia.

Ottima l’organizzazione della gara da parte dell’AIDO Caprino Bergamasco e del Team Conti, con molti premi e un aperitivo finale molto ricco. Da notare solo un incrocio non perfettamente segnalato sulla seconda frazione, dove qualche concorrente ha sbagliato (ma ha poi ricevuto un premio di consolazione).

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti