Adamello Ultra Trail: già si pensa al 2015 con la nuova data e un’importante novità

Di GIANCARLO COSTA ,

L'arrivo del vincitore Mauro Giraudo (foto Torri)
L'arrivo del vincitore Mauro Giraudo (foto Torri)

Preso atto del grande potenziale di questa spettacolare kermesse podistica, il comitato organizzatore dell’Adamello Ultra Trail è  già pronto a rilanciare programmando le date 2015 e annunciando la new entry di una 70km che andrà ad affiancare la prova clou da 180.

«Il bilancio è stato assolutamente positivo – ha dichiarato Paolo Gregorini, uno degli ideatori di questo ultra a cavallo tra due regioni -. I 51 atleti al via di questa edizione zero ci hanno permesso di testare con mano il potenziale dell’evento, di oliare gli ingranaggi della macchina organizzativa e di capire l’effettivo potenziale di questa competizione. Ora, a bocce ferme possiamo dire che L’Adamello Ultra Trail avrà un futuro».

Ecco quindi alcune importanti novità: «Innanzitutto le date da segnarsi in agenda sono quelle dell’ultimo week end di settembre. Per la precisione il 25, 26 e 27. Riconfermiamo, promosso sul campo da ogni singolo concorrente, il percorso lungo da 180 km e ne proporremo uno inedito da 70 per dare la possibilità ad un numero ancora maggiore di atleti di restare incantati dal fascino di queste montagne ai confini tra Lombardia e Trentino»

La magia dei colori che solo l’autunno sa regalare, immagini che sembrano scatti da cartolina, tanta passione e un viaggio a fil di cielo attraverso 8  comuni, 10.500m di dislivello per una sfida di quelle da raccontare ai nipoti. Questo e molto altro è l’Adamello Ultra Trail. L’albo d’oro racconterà dell’epica prima vittoria del cuneese Mauro Giraudo sull’altoatesino Alexander Rabensteiner, del terzo posto centrato dal valtellinese Mauro Manenti e del ritiro del bresciano Dino Melzani dopo 100km di cavalcata solitaria al comando. Ciò che le parole non potranno raccontare sono però le creste illuminate dal sole sulle rovine di Cima Rovaia, un tramonto dai magici colori, proprio ai piedi del Tonale, alla malga Cadì e un’alba ai laghetti di Pozzuolo.

ADAMELLO UTRA TRAIL IN NUMERI:

180 km di lunghezza

10.500 metri di dislivello

2 Regioni

2 Parchi

8 Comuni

51 atleti al via di cui 3 donne

20 finisher

3 stazioni CNSAS coinvolte

150 circa i volontari su percorso

33 punti di controllo

15 punti di ristoro

1 base vita

2 mini base vita

10mila bandierine

51 ore di tempo massimo

5 cancelli orari100 circa i bambini delle scuole presenti alla partenza

Fonte Maurizio Torri sportdimontagna

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti