Adamello Ultra Trail: 180 km sui camminamenti della grande guerra dal 25 al 27 settembre

Di GIANCARLO COSTA ,

Adamello Ultra Trail (foto organizzazione)
Adamello Ultra Trail (foto organizzazione)

L'Adamello Ultra Trail nasce dal desiderio di creare un evento importante in Alta

Valle Camonica per promuovere un territorio ricchissimo dal punto di vista

ambientale e storico. Tra le molteplici risorse naturali che offre l'Alta Valle vi sono

panorami di eccezionale bellezza spesso incastonati tra i manufatti bellici della Prima

Guerra Mondiale.

Teatro di grandi battaglie, la nostra montagna è testimonianza di un passato da non

dimenticare ed è questo il motivo che ha spinto il Comitato Organizzatore della gara

a proporre un itinerario da effettuare quasi interamente su mulattiere e sentieri

militari attraversando zone ricche di manufatti ancora intatti.

Adamello Ultra Trail: una sfida lunga 180 Km

Una gara che non è solo una gara, ma una sfida con se stessi, un volersi confrontare

con i propri limiti e la propria resistenza, ma soprattutto un viaggio attraverso la

storia.

Il periodo scelto è l'ultima settimana di settembre, dal 25 al 27, per poter così

godere della luce e dei colori autunnali. Per agevolare la partecipazione degli atleti, il

percorso non sarà eccessivamente tecnico, ma lo spettacolo paesaggistico è

comunque assicurato.

Sfruttando antichi sentieri e mulattiere militari, gli atleti correranno tra manufatti e

trincee in un ambiente suggestivo ed unico. L'attraversamento dei nuclei antichi dei

paesi stimolerà il tifo e la curiosità dei valligiani.

Un circuito ad anello, con partenza ed arrivo a Vezza D'Oglio, della lunghezza di 180

km e oltre 10mila metri di dislivello positivo e che coinvolge due regioni (LombardiaTrentino),

otto comuni (Pontedilegno-Temù-Vione-Vezza D'Oglio-Monno-IncudineEdolo

e Vermiglio) e due parchi naturali di notevole rilevanza ambientale: il Parco

dello Stelvio e il Parco dell’Adamello.

Un ventaglio agonistico completo

Visto il buon risultato della prima edizione, l'Adamello Ultra Trail quest'anno si

arricchisce e si apre al variegato mondo dei runners: al percorso classico di 180 km

caratterizzato da peculiari valenze che spaziano dalla facile percorribilità all'unicità in

termini di "contatto con la storia", se ne affiancano due di minore lunghezza che

vanno a completare la proposta agonistica.

In sintesi il nuovo programma prevede:

 Adamello Ultra Trail di 180 km, seconda edizione, 25-26-27 Settembre.

 Adamello Trail di 70 km, 26-27 Settembre.

 Trenta Trail a fondo valle di 30 km, 27 Settembre .

Una partnership importante

Da quest’anno il Comitato Organizzatore della gara avrà la fondamentale

collaborazione di Rosa & Associati. L’azienda, fondata alla fine degli anni 90 dal dr.

Gabriele Rosa, allenatore di fama mondiale, da molti anni si distingue nel campo

dell’organizzazione degli eventi di running. A loro è affidata tecnicamente la sorella

minore della grande kermesse della corsa, la TRENTA TRAIL affinché il numeroso e

variegato mondo dei runners di lunga lena possa godere in prima persona di

un’esperienza unica e memorabile.

30 Km spettacolari per uno splendido “lungo” in preparazione alle maratone

autunnali.

L’alta Valle Camonica, un territorio da vivere attivamente ma “slow”.

I trekking lungo i “camminamenti della grande guerra”.

Accanto al grande appuntamento agonistico molte le iniziative di promozione del

territorio rivolte ad un pubblico che ama vivere “attivamente” la montagna.

Attraverso proposte di trekking si potrà andare alla scoperta degli scorci più belli

della montagna, cogliere i momenti più intensi come il tramonto e l’alba, godere del

silenzio che le è proprio e, perché no, gustare ottimo cibo della tradizione culinaria

nelle accoglienti baite adibite all’occorrenza. Da Luglio a Settembre, tre saranno le

proposte di trekking sul mitico alto tracciato dell’Adamello Ultra Trail. Sul sito a breve

date e indicazioni tecniche.

L’Alta Valle Camonica, una valle dove il benessere è … di casa.

In questi ultimi anni si è sviluppato ed è ancora in forte aumento un nuovo tipo di

turismo: sensibile all’ambiente, che predilige spazi aperti e incontaminati, legato agli

aspetti salutistici della vita, alla ricerca del benessere e che vive attivamente la

propria vacanza.

L’alta Valle Camonica si presenta territorio ideale per la realizzazione e lo sviluppo

del progetto: Terra Informa.

Interpretare in modo attivo la valle per “guadagnare” in salute e conoscenza.

A cura di Rosa & Associati e con il sostegno delle Amministrazioni locali, il progetto si

propone di “attrezzare” la ricca e variegata rete di sentieri, mulattiere e strade

vicinali per renderli riconoscibili e facilmente fruibili .Terra Informa ha l’obiettivo di

combinare la scoperta di luoghi, paesaggi, cibi e peculiarità di un territorio con la

pratica delle discipline endurance in outdoor come il cammino, il trekking, il nordic

walking, la corsa, la pratica della mountain bike

Percorsi-esperienza, stage di allenamento, escursioni guidate, settimane del

benessere, camp estivi, weekend “food and move” sono solo alcune delle iniziative

che prederanno forma nel nuovo anno.

Fonte organizzazione Adamello Ultra Trail

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti