A Monaco con Luciano e Jeffrey, atleta non vedente

Di ALBERTO ,

Luciano e Jeffrey
Luciano e Jeffrey

Dopo l’impresa di Andrea Accorsi e della sua 100 km di Rimini corsa accanto a Cristian Sighel, ragazzo trentino ipovedente, per la prima volta al mondo senza il classico cordino che lega atleta ed accompagnatore, un’altra bellissima avventura ha marcato il mondo dell’atletica e della UISP, ancora una volta vicina ai più deboli con un suo associato.

Questa volta il teatro dell’evento è stato il Principato di Monaco e la 10a edizione della Nofinishline (www.nofinishline.com ), corsa internazionale di beneficenza voluta dai Principi del piccolo Stato per raccogliere fondi per assistere bambini malati di cuore; la formula, molto semplice, prevede il versamento da parte dell’Associazione Children & Future, di 1,10 € per ogni km percorso dai partecipanti.
Tra i protagonisti quest’anno anche Luciano Scienza, dirigente e fondatore della Podistica Dilettantistica Bairese ALPEA, società UISP piemontese.
Dopo un solo giorno dal via, sul percorso allestito sul molo del Principato (un anello a volte di 900 a volte di 1600 metri) Luciano ha incontrato Jeffrey Norris (di origine Statunitense ma che vive in Germania), atleta completamente cieco, accompagnato fino ad allora da un scozzese che però camminava solamente.
Chiesto se voleva provare a correre, Jeffrey ha accettato subito la proposta, con enorme entusiasmo di entrambi.
Un’avventura che ha visto Luciano correre a buon ritmo, con la mano di Jeffrey sempre appoggiata alla sua spalla sinistra, un contatto per trarre la sicurezza per correre sempre tra 4,50 e 5,50 al km, e la spinta per proseguire, giorno dopo giorno.
Assieme ne hanno percorso quasi 350 di km in 7 giorni, in perfetta simbiosi, correndo anche al ritmo della musica degli auricolari, uno per uno, con lo stesso passo.
Per la cronaca sono stati raccolti oltre 132.000 €, Luciano Scienza è arrivato al 9° posto e Jeffrey Norris ha percoro 449 km.
Al termine sua Altezza il Principe Alberto di Monaco si e' congratulato con Jeffrey per aver partecipato e con Luciano per aver dato a lui la possibilità di realizzare questo sogno.
Un sogno che può realizzarsi, sempre più spesso, con autentici campioni di altruismo e sensibilità come Luciano Scienza ed Andrea Accorsi.

Claudio Bernagozzi
Comunicazione Nazionale
Lega Atletica Leggera UISP

In allegato
Foto di Luciano (maglia gialla) e Jeffrey in gara
Foto di Luciano (maglia gialla) e Jeffrey prima della premiazione

Sullo stesso argomento