Il 7 settembre si corre la Rosetta skyrace sui sentieri del Parco delle Orobie Valtellinesi

Di GIANCARLO COSTA ,

Emanuela Brizio alla Rosetta Skyrace (foto Torri)
Emanuela Brizio alla Rosetta Skyrace (foto Torri)

Prime adesioni importanti per la tappa sondriese del Lombardia Skyrunning 2014 in programma domenica 7 settembre sui sentieri del Parco delle Orobie Valtellinesi. Di rientro dai campionati mondiali lunghe distanze, andati in scena lo scorso fine settimana in Colorado, il romeno Ionut Zinca ha infatti confermato la propria presenza all’8ª edizione della International Rosetta Skyrace. E la stella della Valetudo Skyrunning Italia non è il solo ad essersi accaparrato un pettorale per la spettacolare kermesse di corsa in montagna che attraversa gli alpeggi della Valle del Bitto.

Sfogliando la lista partenti spiccano altri nomi di prestigio quali quello del vincitore 2012 Daniel Antonioli (CS Esercito), quello dello spagnolo Ignacio Cardona Torres (Illebeig de Xabia) e della Polacca Wiktoria  Piejak (Valetudo Skyrunning Italia). Considerando che alla gara mancano ancora diversi giorni, è lecito aspettarsi altre interessanti new entry.

«L’essere gara Fidal e tappa di questo neonato circuito ci permetterà di avere ai nastri di partenza alcuni esordienti di lusso  – ha esordito Massimo Zugnoni dello Sport Race Valtellina -. Il sogno di noi tutti sarebbe una super sfida Zinca Golinelli, ma come al solito avremo un occhio di riguardo per ogni singolo concorrente. Sappiamo infatti che i big sono importanti, ma il popolo delle sky ancora di più. Per questo proporremo un ricco pacco gara dove non mancherà una fetta del formaggio principe delle nostre valli. Come al solito avremo un montepremi diviso per fasce d'età con ben 24 forme di formaggio:8 bitto, 8 casera, 8 latteria e cesti prodotti valtellinesi».

Sintesi Percorso: In una lunga cavalcata di 21km a fil di cielo, i concorrenti attraversano luoghi incontaminati e ricchi di storia quali gli alpeggi dove si produce il famoso formaggio Bitto; il tutto affrontando 1550 metri di dislivello positivo e altrettanti di discesa. Partendo dagli 850 m del Polifunzionale di Rasura, si sale passando dalla località Larice, Ciani e si continua raggiungendo gli alpeggi di Combana, Combanina e Stavello - punto più a sud a quota 1940 m -. 

Il percorso scende quindi in direzione Baita del Ven, per poi iniziare nuovamente a salire sfiorando il Lago di Culino e raggiungendo la Cima Rosetta (2140 mt). Si perde quota tra i rododendri sino a 1700mslm, m per poi risalire lievemente verso la pozza dell'Alpe Olano. Ancora discesa, passando dal Rifugio della Corte e dall'abitato di Mellarolo. Rampa finale verso Rasura e arrivo al Polifunzionale. Tempi Da Battere: 1h59’34”" Nicola Golinelli 2h30’44”" Emanuela Brizio

Fonte Maurizio Torri - sportdimontagna

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti