In 5000 ai Campionati Europei Master dal 5 al 15 settembre a Jesolo, Caorle ed Eraclea

Di GIANCARLO COSTA ,

Logo Campionati Europei Master di Atletica Leggera
Logo Campionati Europei Master di Atletica Leggera

All’inizio delle gare mancano ancora 23 giorni, ma i Campionati Europei Master di atletica leggera, che si terranno dal 5 al 15 settembre a Jesolo, Caorle ed Eraclea, hanno già stabilito il primo record. Chiuse ufficialmente le iscrizioni il 3 agosto, il numero di adesioni non ha precedenti nella storia del campionato continentale dedicato agli atleti “over 35”, di cui l’appuntamento veneziano rappresenta la 21esima edizione. Gli iscritti sono complessivamente 5039: 4926 appartengono a nazioni europee (circa un quinto gli italiani), 113 arriveranno da Paesi extra-europei e ovviamente non potranno concorrere per i titoli continentali. Ben 8318, invece, gli atleti-gara: gran parte degli iscritti parteciperà infatti a più di una competizione, molti ne faranno persino tre. Le nazioni rappresentate saranno 61: 43 europee e 18 di altri continenti. Sono arrivate iscrizioni persino da Hong Kong e dall’India, dalla Giamaica e dagli Stati Uniti, dal Messico e dal Sudafrica. Un autentico esercito di atleti, a cui andranno aggiunti dirigenti, tecnici, accompagnatori e familiari.

RECORD DI ISCRITTI - In attesa dei primati che arriveranno da pista e strada, la 21esima edizione dei Campionati Europei Master - presentata a Caorle con gli interventi del sindaco di Caorle, Luciano Striuli, dell’assessore allo sport del Comune di Jesolo, Esterina Idra, del commissario prefettizio del Comune di Eraclea, Giuseppe Vivola, del presidente del Comitato organizzatore Vito Vittorio e di Sara Simeoni, in rappresentanza anche del Comitato regionale FIDAL Veneto - ha frantumato ogni record: mai la rassegna continentale “over 35” aveva avuto un così alto numero di presenze. L’edizione con più partecipanti, in precedenza, era stata Potsdam nel 2002, con 4385 iscritti. Il record di nazioni europee presenti apparteneva invece a Lubiana 2008, con 42 Paesi. Stavolta, anche grazie al traino turistico di Venezia, si è andati andate oltre in entrambi i casi.

LE GARE - Il programma tecnico prevede competizioni negli stadi di Jesolo, Caorle ed Eraclea. Ma si gareggerà anche fuori dalle piste. Jesolo ospiterà la mezza maratona e la gara sui 10 chilometri, Caorle la corsa campestre e il Nordic Walking Challenge, Eraclea la marcia su strada. Il Nordic Walking Challenge, in calendario l’8 settembre, la mezza maratona e i 10 chilometri, in programma il 15 settembre, saranno aperti anche a chi non concorrerà per i Campionati Europei: per parteciparvi basta essere tesserati per una Federazione nazionale o possedere la Runcard. Le iscrizioni, in questo caso, rimarranno aperte sino al 25 agosto.

L’INDOTTO PER IL TERRITORIO - Numeri, numeri e ancora numeri. Consapevole della ricaduta economica e promozionale che un evento sportivo di questa importanza può generare sul territorio, il comitato organizzatore dei Campionati Europei Master, guidato da Vito Vittorio, ha voluto realizzare una serie di analisi e ricerche per dimostrare, con dati certi, quanto una manifestazione come EMAC 2019 e gli eventi ad essa connessi possono generare a livello di indotto economico sul territorio, e nelle aree direttamente coinvolte. L’analisi è stata affidata a SG PLUS - Ghiretti & partners: nella prima fase - ha spiegato Massimo Zanotto, in rappresentanza della società che opera a 360 gradi in ambito sportivo - è stata realizzata un’indagine pre-evento, che ha tenuto conto dell’analisi dei parametri e dei risultati di manifestazioni similari, rapportate ai dati di affluenza previsti, sia sulla base delle precedenti edizioni sia sulle informazioni ricevute dal comitato organizzatore locale, riguardanti il profilo, i comportamenti di visita degli atleti, degli accompagnatori e le modalità di permanenza, utilizzando sempre una stima al ribasso e cautelativa. Si è ipotizzato un numero totale di 4500 atleti, di cui 2500 stranieri e 2000 italiani, prevedendo un numero di accompagnatori pari a 1,5 dei partecipanti, con un indotto economico diretto per il territorio superiore ai 4 milioni e 200 mila euro. A tale cifra, andrebbe inoltre aggiunta tutta la componente di spesa pubblica per lo sviluppo dell’evento e il miglioramento delle strutture che potrà essere dettagliata nell’analisi finale dell’evento: al momento è possibile ipotizzare una cifra complessiva di almeno 1.500.000 euro. L’analisi offre un primo quadro degli effetti che gli Europei Master produrranno per il territorio con un indotto economico che a cascata toccherà l’intera provincia veneziana, a livello di ricettività, servizi, ristorazione e turismo. I dati relativi alle iscrizioni effettive, che superano del 13% la stima della ricerca, permettono già di tracciare un primo quadro, di assoluto successo, della manifestazione.

Fonte Fidal Veneto

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti