In 500 all’Ysangarda Trail, vincono Daniel Borgesa e Monica Moia

Di GIANCARLO COSTA ,

I primi tre della Ysangarda Trail  19K (foto organizzazione)
I primi tre della Ysangarda Trail 19K (foto organizzazione)

Un clima perfetto per la 16ª edizione dell’Ysangarda Trail: perfetto sia dal punto di vista atmosferico con un bel sole autunnale a rendere meno rigide le temperature di questi giorni nel Biellese, e perfetto per l’armonia e lo spirito gioioso e sportivo che ha contraddistinto la giornata.
In 505 hanno accolto l’invito di Paolo Boggio e dell’Asd Sport e Natura: il record di presenze è sfumato per pochissimo e rimane quello del 2013 quando i partenti furono 511. Per tutti loro una buona dose di fango e la possibilità di correre in luoghi bellissimi del territorio biellese, prima tra gli antichi vigneti del Castellengo, poi nel Parco Naturale della Baraggia: poco asfalto, come si conviene ad un trail, e un bel po’ di saliscendi soprattutto sulla 12K e la 19K, mentre è risultato semplice il minipercorso di 6 chilometri che ha visto l’adesione di camminatori e famiglie, oltre che di qualche runner dedito alle corte distanze.

Splendida l’accoglienza nel millenario castello di Castellengo, un piccolo gioiello del cossatese, nel cui parco era posto l’arrivo di tutti i percorsi (partiti poco più giù, ai piedi della collina) e che, al suo interno, ha ospitato il “Birra Menabrea & Pasta Party” offerto dagli organizzatori a tutti gli iscritti. Per tutti anche il ristoro dolce/salato a fine gara, la maglietta dell’evento e, sorpresa, anziché il classico pacco gara alimentare, una mattonella artigianale in terracotta a ulteriore ricordo dell’evento. Insomma, una bella festa, per oltre 500 persone alla quale hanno presenziato anche Sonia Borin, assessore al Comune di Cossato, e Alessandro Ciccioni, proprietario del castello e fondatore, insieme alla moglie Magda Zago, dell'azienda vitivinicola “Centovigne” partner dell'evento, insieme all’azienda agricola Pellerei di Cossato e a Menabrea, DolceBon e Fonte Caudana Alpe Guizza.

VINCONO DANIEL BORGESA E MONICA MOIA NELLA 19K E ALESSANDRO PISANI E SUSANNA BOZZALLA NELLA 12K

Dal punto di vista sportivo nomi importanti al via e grande battaglia nella 19K. Ha vinto il valsusuno Daniel Borgesa (già a segno nel 2018 nel trail 30K, andato in “pensione” dopo quella edizione) in 1h13’49” davanti di pochi secondi sul fossanese Andrea Fornero (1h13’55”) e sul biellese Alessandro Ferrarotti (1h14’12”): quest’ultimo era riuscito ad allungare in discesa tra il 14° e il 17° chilometro ma è poi stato ripreso dagli inseguitori. Determinanti per stabilire il primo posto gli ultimi 1000 metri e la dura salita di 300 metri al Castello. L’organizzazione aveva previsto premiazione per i primi 5 quindi sul podio anche Amin Dakhil (1h19’19”) e Emanuele Falla (1h20’12”).

Tra le donne, invece, arriva il poker dell’ossolana Monica Moia che infila il terzo successo consecutivo, oltre a quello del 2015: si avvicina così a Marcella Belletti, vincitrice 5 volte. Ha chiuso in 1h35’43” con un vantaggio di 4 minuti su Marialuisa Mauri (1h40’05”). Al terzo posto Cecilia Pedroni (1h42’52”), seguita da Marica Mainelli (1h43’48”) e da Sonia Destro (1h44’06”).

Sul percorso da 12 chilometri, invece, premiati i primi 4: ha vinto il biellese Alessandro Pisani in 50’51”, precedendo il 14enne Thomas Borgesa (55’40”), Andrea De Venere (56’38”) e Simone Borri (58’07”). Tra le donne prima al traguardo Susanna Bozzalla Michetto in 1h04'43” con circa 4 minuti su Simona Banfo (1h08’30”) e Alessia Canepa (1h08’37”). Sotto i 70 minuti anche la 4ª Cristina Ferla (1h09’25”).

Nella corsa/camminata di 6 chilometri a carattere non competitivo nessuna premiazione: per le statistiche i più veloci al traguardo sono stati il biellese Claudio Canatone e la statunitense Erica Dorsey.

Una decina, poi, i bambini che hanno preso parte alla corsa appositamente creata per loro all’interno del parco del Castello: un minigiro di 300 metri che li ha divertiti parecchio. Anche per loro in regalo la maglietta commemorativa dell’evento.

Un ampio servizio fotografico sarà disponibile sulla pagina Facebook ufficiale Ysangarda Trail e sul sito www.traildeiparchi.com

APPUNTAMENTO A CANDELO ALL'11 GENNAIO 2020 CON LA 7ª YSANGARDA NIGHT

Terminata la 16ª edizione della Ysangarda Trail, l’appuntamento è ora per la versione “Night” della Ysangarda, in calendario il prossimo 11 gennaio 2020 in un sabato di luna piena come è caratteristica di questa gara, giunta alla 7ª edizione e che l’anno scorso complessivamente ha accolto ben 776 iscritti, lampada frontale in testa e una gran voglia di sfidare il il buio della Baraggia Biellese. Confermati i due percorsi: uno da 19 e l’altro da 10 chilometri con partenza alle 17.30 dallla zona antistante il palasport di Candelo (Biella) e arrivo all’interno del millenario Ricetto di Candelo. Iscrizioni già aperte sul sito www.traildeiparchi.com

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti