Il 25 settembre la 12ª Maratonina di Udine

Di MARCO CESTE ,

La Maratonina taglia il dodicesimo traguardo e si rivolge come semrpe al futuro. Oggi la kermesse sportiva tutta friulana è stata presentata al caffè Contarena, alla presenza delle istituzioni e della stampa. E l'edizione 2011 porta con sé tante novità, per una manifestazione sempre più ricca e capace di coinvolgere davvero tutti. Ma cominciamo con ordine e partiamo dal programma.

Le gare. Consolidata negli anni la proposta sportiva della Maratonina. Si comincia la mattina di sabato 24 settembre con la 4^ Staffetta Scuole, che prenderà il via alle 10.15. un appuntamento dedicato agli studenti che dimostrano di gradire l'idea di collaborare in gruppo per attraversare nel minor tempo possibile il centro cittadino. Sono attesi duecento studenti circa che animeranno con la loro allegria il cuore di Udine. Sabato pomeriggio poi le competizioni dedicate a bambini e famiglie. Alle 16.00 la MiniRun da quest'anno sponsorizzata dalla Despar, che darà la possibilità a bambini di tutte le età di cimentarsi sul percorso di Telethon. Alle 16.45 invece via alla Corsa con il Cane. Un appuntamenti giunto alla sesta edizione e sempre più apprezzato anche per gli spettatori che lo definiscono sempre come divertentissimo.

Domenica 25 invece spazio agli atleti, professionisti e amatori. Partenza come sempre da via Vittorio Veneto per handbike e carrozzine, che avranno lo start alle 9.29, mente solo un minuto dopo sarà il serpentone colorato dei 1.800 maratoneti ad attraversare prima piazza Libertà poi via Mercatovecchio e poi ancora più su lungo il percorso di 21,097 chilometri che arriva fino al comune di Tavagnacco. Quest'anno la gara è inserita all'interno del Circuito Triveneto Run, del quale è l'ultima competizione in programma. Alle 11.00 start anche per gli amatori della StraUdine che si cimenteranno su un percorso nettamente più breve: 7,150 chilometri davvero alla portata di tutti.

Per tutti i due giorni sarà attivo un baby parking gratuito e su prenotazione in Piazza Libertà, in modo da garantire la tranquillità dei genitori runner che potranno affidare a dei professionisti la loro atletica prole.

Tutti gli atleti, in omaggio ai 150 anni dell'Unità d'Italia, sfoggeranno un pettorale tricolore.

Atleti. La Maratonina offre un'opportunità davvero preziosa: l'amatore può correre fianco a fianco (per lo meno per i primi metri!) con i professionisti più famosi e competitivi a livello internazionale. E quest'anno non sarà da meno perchè i nomi che punteranno al podio della domenica sono davvero importanti. Per i maschi si comincia con William Chebor Chebom che l'anno scorso ha conquistato il primo posto proprio a Udine, con 60,49'. Vincitore nel 2003 e 2004 è stato invece James Kwambai. Primo nella mezza maratona di Porto 2010 invece è Stephen Kibet Kosgei, mentre arriva proprio dal Portogallo il giovane talento under 23 Thiago Costa. Ci saranno però anche i migliori atleti a livello italiano: a cominciare da Daniele Meucci, decimo ai recenti mondiali di atletica di Daegu sui 5.000, il giovane pisano tenterà di migliorare il suo personale. Veniamo alla corsa in versione “rosa”. Al meglio a livello maschile si affianca il meglio a livello “femminile”: non farà l'intera gara ma Silvia Weisstener a Udine ci sarà per mettersi alla prova sulla distanza dei 10.000. Correranno invece per la mezza Ana Dias dal Portogallo, finalista alla maratona olimpica ateniese e terza ai campionati mondiali 2011. Italiane anche Valentina e Martina Facciani, due delle atlete più promettenti del panorama nazionale.

Ma a fianco di corridori nel pieno della loro gioventù e vigore ci sarà anche un atleta particolare, simbolo dello sport per tutti. Si tratta di Luciano Acquarone, atleta master di Imperia classe 1930, che a ben 81 anni ha deciso di partecipare alla Maratonina udinese, pronto a sfidare il record di categoria, che si aggiungerebbe ai tanti che già detiene in tutte le classi di età. Il nonno-sprint sarà accompagnato da Paolo De Crignis, presidente CAI di Ravascletto.

Da non dimenticare anche la presenza della staffetta delle stelle olimpiche.

RAI SPORT. Proprio per il prestigio della competizione e per gli atleti che vi prenderanno parte per la prima volta la Maratonina di Udine avrà la copertura di Rai Sport. Una bella occasione per mostrare Udine e le sue iniziative al paese intero.

Iscrizioni. Da domani giovedì 15 settembre saranno aperte le casette rosse in Piazza del lionello per raccogliere le iscrizioni delle gare “non competitive”. Saranno aperte dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20. nei tre giorni di Friuli Doc l'orario è 10-22. E' possibile iscriversi fino ad un'ora prima della gara. Per la Corsa con il Cane il 24 settembre ci si potrà iscrivere anche in un gazebo a ridosso della partenza, in Via Mercatovecchio. La Minirun Despar viene 7,00 euro. 10,00 euro la Corsa con il Cane e la StraUdine. Per la Maratonina vera e propria invece ci si potrà iscrivere fino al 24 settembre, il costo è variabile: fino al 18 settembre è di 20,00 euro, fino al 23 di 25,00, il giorno prima è di 50,00. Per la Maratonina tesserati Fidal e di altre organizzazioni possono iscriversi via posta a: ASD Maratonina udinese – viale Trieste 141 – 33100 udine. Oppure tramite fax al numero +39 0432 – 299678. Via mail all'indirizzo info@maratoninadiudine.it oppure al link www.maratoninadiudine.it/iscrizioni.php. Altrimenti sempre valida l'iscrizione direttamente in sede.

Corner Celiaci. Per tutta la durata della manifestazione sarà presente un corner dedicato ai celiaci curato dall'Associazione italiana Celiachia, che ha anche previsto un ristoro ad hoc.

Consorzio Udine Centro. Importante la sinergia coi commercianti che da quest'anno hanno dato la propria entuasiastica e spontanea adesione alla Maratonina. Il sabato offriranno la presenza del Ludobus durante la MiniRun Despar, mentre hanno studiato anche una serie di sconti e offerte ad hoc da consegnare ai partecipanti.

Gli ospiti. Sono stati tanti oggi gli ospiti a prendere la parola durante la presentazione della Mezza friulana. A cominciare dal presidente dell'Associazione Maratonina Udinese Paolo Bordon, cha ha voluto ringraziare gli organizzatori e gli sponsor che come ogni anno hanno garantito la realizzazione dell'iniziativa. “Alla base delle scelte di quest'anno”, ha continuato il presidente, “ c'è stata la valorizzazione del potenziale degli atleti azzurri, proprio per omaggiare i 150 anni dell'Italia”.

A portare i saluti del Comune di Udine il vicesindaco Vincenzo Martines che ha sottolineato come nonostante la crisi si sia riusciti comunque a realizzare un evento di altissimo livello grazie alla sinergia con le varie associazioni. 

Per il sindaco di Tavagnacco Mario Pezzetta “la Maratonina è un evento che fortifica i rapporti fra il Comune di Udine e Tavagnacco. Questo evento sportivo – ha continuato -  collega i due territori comunali facilitando la coesione che è fondamentale per tutte  le visioni del futuro, fatto sempre più da territori integrati”.

Un paluso è venuto anche da Giovanni Pavan in rappresentanza della CCIAA: “Il nostro compito è stare vicino a eventi come questo perché portano sempre positivià alla nostra città e non solo.”

L'assessore allo sport provinciale Mario Virgili ha indicato lo sport come “collante capace di aggregare realtà che fino a pochi anni fa erano completamente scollegate. Lo sport – ha continuato – è importante per diffondere la buona volontà e l'impegno per superare la difficoltà di tutti i giorni, questo

Secondo il vicepresidente CONI di Udine Giuliano Gemo “Udine continua a

collocarsi come la provincia più sportiva di Italia. Le stelle olimpiche parteciperanno per la prima volta alla maratonina – ha annunciato -  per me è davvero un piacere sapere che siano presenti a queste evento.”

In ultimo un accenno ai tanti che lavorano silenziosamente per la riuscita della manifestazione, come gli alpini. IL presidente della sezione ANA di Udine Dante Soravito De Franceschi ha sottolineato come gli alpini, “assieme alle forze dell'ordine garantiranno la sicurezza ai partecipanti della Maratonina, un contributo che da anni diamo affinché tutto si svolga nel migliore dei modi. La sicurezza è  importante – ha concluso - chi viene a udine deve sentirsi come a casa propria.”

 www.maratoninadiudine.it



Può interessarti