1500 metri: finale trilling, Jakob Ingebrigtsen prima squalificato, poi riprende l’oro dei Campionati Europei indoor

Di GIANCARLO COSTA ,

Jakob Ingebrigtsen campione europeo 1500m (foto team norway) (1)
Jakob Ingebrigtsen campione europeo 1500m (foto team norway) (1)

Seconda giornata dei Campionati Europei Atletica Indoor a Torun in Polonia. La gara più attsa della serata erano i 1500 metri, con l’attesa sfid tra l’idolo di casa Marcin Lewandowski, 3 ori continentali sulla distanza, e il fuoriclasse norvegese Jakob Ingebrigtsen. La gara va come previsto, a tagliare il traguardo per primo è Jakob Ingebrigtsen in 3’37”56c con un’inesorabile progressione finale, ma il fenomeno norvegese viene squalificato per invasione del cordolo interno. A questo punto il norvegese fa’ reclamo, che viene accolto, anche perché è stato praticamente spinto fuori da un altro polacco in gara. Dopo aver assaporato l’oro, l’idolo di casa Marcin Lewandowski, deve riprendere la medaglia d’argento in 3’38”06c, mentre il bronzo va allo spagnolo Jesus Gomez in 3’38”47c.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti